Aloha

di , 8 ottobre 2012 23:23

La micina sulle ginocchia che fa le fusa, il rumore delle onde e la brezza che entra dalla finestra e dalla porta spalancate. Per fortuna che ho cenato fuori, sennò non avrei la forza di farmi da mangiare da sola. Oggi ho sonno e sono stanca, ed è lunedì. Ho pure marinato la capoeira. Ma almeno ieri mi sono data al surf.

Sì, il surf, proprio il surf da onda. Ah, il surf…Sto sospirando al solo pensiero. Mi mangio le mani per non averlo scoperto prima e ringrazio il destino che me lo ha fatto conoscere. Chiamarlo “sport” è incredibilmente riduttivo.

Come chiamare una cosa che ti fa alzare alle 5 di domenica mattina, prendere la macchina e fare 1 ora e mezzo di strada in pessimo stato per arrivare a una spiaggia che abbia delle onde degne di essere chiamate tali? Come definire una cosa che ti fa fare tutto ciò in un giorno di pioggia tropicale perchè tanto per surfare mica bisogna restare asciutti? Che nome posso dare a una cosa che ti riempie di gioia, anche se non riesci a prendere un’onda a pagarla oro? O anche se ti fa rischiare di affogare ogni onda che sbagli, perchè ti si infrangono addosso tutte in serie e ti sbattono sul fondo, facendoti fare mille capriole? O anche se passi 2 ore in acqua senza saper leggere il mare e prendi tutte le onde sbagliate e passi queste 2 benedette ore a remare e a farti diventare due braccia da culturista? O anche se sai che ti ci vorranno anni per saper fare qualche numero decente sulla cresta?

Non saprei proprio come definirla. So solo che sei tu, il mare e la tavola. Ed è fantastico, è una sensazione che solo chi l’ha provata può capire. E quando poi cominci a capire un pochino le onde, quando cominci a perdere la paura, ne diventi sempre più dipendente.

E quando poi l’onda giusta la prendi davvero…beh, quella è tutta un’altra storia.

A.

 

un commento per “Aloha”

  1. Pietro scrive:

    bella maglietta!

Lascia un commento

Panorama Theme by Themocracy