Che noia questi luoghi comuni…

di , 25 ottobre 2012 11:13

C’è una cosa che proprio non tollero, come donna che vive qui in Brasile. Sentirmi porre, da un qualsiasi uomo italiano (o tedesco o francese, insomma, europeo), la stessa domanda: “ma che cosa porta una donna a venire qui in Brasile? Insomma, per una donna non deve essere tanto facile…”. E allora rispondere con una domanda è la cosa che mi viene più spontanea: ” e dimmi, genio che non sei altro, che cosa mai porterebbe un UOMO a venire  a vivere qui in Brasile??? Ma soprattutto, perchè cazzo dovrebbe essere più semplice per te, idiota come sei??”. Ecco, io perdo le staffe. Sono stufa marcia di questa convinzione che il Brasile è un paese per soli uomini.

E basta con questi luoghi comuni. Sono stanca del fatto che gli uomini si becchino pacche sulle spalle dai loro amici, solo per essere tornati in Europa bianchi come pezze, anche dopo un mese intero passato qui. Mentre se io torno biancotta mi sento dire: “Sicura che vivi in Brasile?”. No, perchè c’è l’ idea generale che noi qui in Brasile mica si lavora. Si sta in spiaggia tutti i giorni e tutto il giorno, all’ombra di una palma e con una noce di cocco in mano. E poi, perchè se vado in spiaggia il week-end, tutti pensano “ah, che bella vita che si fa, ‘sta bastarda”, quando io non vedo la minima differenza di fortuna in passarlo in cima a una montagna a sciare d’inverno e a camminare d’estate? Perchè mai si penserà che nei paesi tropicali sia tutto meglio? Ma sì, alla fine è sempre così: il diverso, l’esotico attira. Per carità, ammetto che mentre torno a casa  dal lavoro in autobus, nonostante mi costi più di un’ora di viaggio, guardo le palme, sento il mare e penso: “wow, ma proprio woooww…”.

Tornando ai luoghi comuni: cari europei, non stupitevi se vedete delle mozzarelle in giro! I brasiliani mica sono tutti mulatti, come crediamo noi prima di venire qui. La realtà è ben diversa, c’è di tutto! E’ il paese con la maggiore varietà razziale che conosca, ci sono persone bianche come il latte, e altre nere come la pece. E si parla il portoghese. E sì, questo è vero, sono persone felici, allegre, e ogni scusa è buona per fare festa. L’allegria non manca mai. E soprattutto non si lamentano mai. Questa sì che è una gran dote, nemmeno chi vive nelle condizioni più umili sembra triste. O forse sanno nasconderlo bene. In ogni caso noi europei dovremmo proprio imparare da loro. Prenderla con più calma. Perchè sì, qui nel nordest almeno, la calma è la parola d’ordine per tutto.E non è che si può parlare del Brasile in generale. Mai. E’ così grande e così diverso!

Un’altra cosa: le favelas esistono, ogni città ha il suo stile di favela, ma sfatiamo il mito secondo cui sono tutti criminali o nulla facenti! In favela vivono anche persone normalissime, con il loro proprio lavoro da 8 ore al giorno, che semplicemente non hanno le condizioni economiche per spostarsi. E a volte nemmeno vogliono andarsene, e come non capirli? Nasci, cresci e vivi in un posto, hai tutta la tua famiglia e gli amici… insomma, non generalizziamo!

E sfatiamo una volta per tutte il falso mito delle donne brasiliane!! Senza nulla togliere alla bellezza esotica e mulatta bisogna dire la verità: le donne belle brasiliane sono veramente una netta minoranza. Poi, per carità, quando sono belle sono belle forte, però, cari uomini, vi assicuro che camminare per una qualsiasi via italiana è decisamente più rincuorante. E lo stesso discorso vale per il sesso maschile.

E ricordatevi che i bei tempi dei paesi in via di sviluppo, dove tutto non costava niente, sono decisamente terminati. Perchè qui poche cose costano effettivamente meno, purtroppo. Ne ho visti di italiani stupefatti, e addirittura scocciati che le cose costassero quasi come da noi. Eh cari, i tempi cambiano, l’Europa sta sprofondando nel baratro e i paesi in via di sviluppo stanno crescendo (anche se è una crescita relativa, ovviamente).  Insomma, era per avvisarvi di non venire da queste parti troppo scannati, sennò di cose ne potete fare proprio poche. Soprattutto in alcune città come Rio de Janeiro o Sao Paulo.

Ah, e il mito di Rio de Janeiro come “cidade maravilhosa” è pura verità. Verità assoluta!! Ma le donne nude col sedere di fuori e le piume non le trovate in giro per le strade del Brasile intero. Ho già visto uomini delusi. Le potrete vedere solo al Carnevale di Rio de Janeiro, al Sambodromo!!! :-)

A.

6 commenti per “Che noia questi luoghi comuni…”

  1. Lucio scrive:

    Brava! Se posso aggiungerei questo: http://www.youtube.com/watch?v=-PmaR_CBzW0.
    Sono trentino, vivo a São Paulo e anche a me hanno rotto i coglioni ‘sti czzo di discorsi del “Primo mondo”!

  2. Anna scrive:

    Grande Lucio! grazie per il video!! pelle d’oca a parte… :-(

  3. Katia scrive:

    Questo si che è un articolo.
    Sarà perchè sono donna.
    Sarà perchè sono innamorata dell’America Latina.
    O forse… sarà che..pur avendo visto poco..al mondo ci so stare.
    Brasile aspettami. Che arrivo.

  4. Selenia scrive:

    Ciao Anna, complimenti per questo articolo, non posso che essere d’accordo con te al 100%
    Quanti luoghi comuni, e poi noi italiani ci riteniamo tanto “aperti” e civilizzati!!
    CIAO

  5. Marika scrive:

    pensa a noi povere donne brasiliane il quanto siamo stufe di essere viste come poco di buono dagli uomini e donne italiani… pensa che una volta era al parco con mio cane e ci si avvicina un tizio e iniziamo a chiacchierare il mio cane li, il mio cane la… ad un certo punto questo mi chiede: Ma tu sei sarda, io gli rispondo: sono brasiliana, ecco questo che non ha dimostrato nessunissimo interesse per me durante tutta la conversazione ad un punto in bianco ha iniziato a farmi delle proposte assurde e direi “del ca**o” anche se o ho una fede bella gialla sul dito. Quindi sono proprio stata costretta a mandarlo a quel paese!! Un po’ più di rispetto dai!! Eh che cavolo!!

  6. Anna scrive:

    Cavolo, mi dispiace un sacco!! questi sono i momenti in cui mi vergogno della mia gente. Purtroppo i “safados” in questo mondo non si contano da quanti sono… Tristezza…ma mandarli a quel paese é la cosa migliore che possiamo fare nel nostro piccolo!!!

Lascia un commento

Panorama Theme by Themocracy