Reciclagem

 reciclagemGià in un precedente articolo avevo accennato al problema rifiuti e alla poca cultura della differenziata. Ma forse piano piano le cose possono migliorare. Io sono fiduciosa. Come Sandro ha scritto nell’articolo qui sotto, il riciclaggio qui è importantissimo. E ci sono, appunto, persone che si dedicano interamente a questo, tutto il giorno. Vanno in giro con un carrettino, se sono fortunate hanno un asinello, altrimenti a piedi. E non hanno, come nella foto (di solito non sono così pieni eh! :-) ), le scarpe. Solitamente hanno gli infradito o addirittura sono scalzi. E vanno per le strade, tra le macchine, tutto il giorno, trainando questi carrettini pieni di materiali riciclati. Devono fare una fatica pazzesca. Il problema principale è, appunto, che passano le giornate a rovistare nei mucchi di  immondizie per recuperare plastica, vetro e cartone. E poi lo portano ai centri di raccolta guadagnando qualche real.

Non si vedono bidoni delle immondizie lungo le strade. Forse in centro città ce n’è qualcuno in più. Di solito però le immondizie vengono gettate ai lati delle strade nell’attesa che passi un camion della spazzatura a raccoglierle con i forconi. Non sono molto attrezzati, almeno da queste parti. E questi camion non differenziano.

Perciò, un consiglio per chi viaggia: cercate di differenziare il più possibile le immondizie e consegnate personalmente i sacchetti a queste persone con il carrettino. Oltre a farli felici aiutandoli a guadagnare qualcosa, aiutate a salvaguardare l’ambiente di questo meraviglioso paese!! E forse, un po’ alla volta, tutti incominceranno a farlo!

A.

Un pensiero su “Reciclagem”

  1. So che Curitiba ha il primato nazionale per il riciclaggio di carta e vetro. Inoltre da qualche anno è stato introdotto il “Cambio Verde”, cioè nei quartieri piu’ poveri le famiglie economicamente disagiate fanno la raccolta differenziata ricevendo in cambio delle derrate alimentari.

Rispondi