Swimming in the rain

di , 17 maggio 2013 20:43

chuva-1Ecco cosa succede a Recife dopo alcune ore di pioggia. Questa nella foto è una delle maggiori arterie della città. Recife totalmente bloccata per quasi l’intera giornata. Ma la cosa più assurda è che ogni anno è sempre peggio! Perchè mai?? I più spensierati ne approfittano per farsi un bagno e sguazzare, incuranti delle malattie che potrebbero prendersi. Ovviamente l’acqua piovana è solo una parte, il resto sappiamo tutti benissimo di che cosa si tratta. Le cause di questi allagamenti? Ovviamente non è molto chiaro, da una parte i canali di scolo intasati dall’immondizia non facilitano le cose, dall’altra la pessima gestione del territorio. La stagione delle piogge qui non è una novità. E già si leggono articoli per pararsi il culo, articoli che dicono che in poche ore è venuta giù più del 40% della pioggia prevista per l’intero mese di maggio. Solo cazzate per giustificare l’ingiustificabile. Viviamo qui da 4 anni, e ne abbiamo viste di stagioni delle piogge. La più forte è stata nel 2011, quando ha cominciato a piovere ad aprile e ha terminato solo ad agosto. Ovviamente ci sono stati allagamenti anche all’epoca, ma dopo mesi di pioggia è quell’attimo più comprensibile. Oggi ha iniziato a piovere all’alba e alle 9 era già il disastro. Sandro ci è stato in mezzo per quasi 7 ore.

Ecco, questi torrenti di acqua mista a merda ci ricordano che non sono il numero di macchine vendute, o i centri commerciali che crescono come funghi che fanno di un Paese un Paese del Primo Mondo.

A.

P.S. Tra le altre cose è stato catturato un coccodrillo che nuotava in una delle strade allagate!!jacare2

3 commenti per “Swimming in the rain”

  1. alberto scrive:

    E oltre tutto, chi ha perso l’aereo ha comunque dovuto pagare per essere imbarcato in altri voli. State pensando di andare ad assistere ai mondiali? RIPENSATECI, spendete i vostri soldi in attività meno rischiose per la vostra salute mentale e fisica.

  2. Pietro scrive:

    “Ecco, questi torrenti di acqua mista a merda ci ricordano che non sono il numero di macchine vendute, o i centri commerciali che crescono come funghi che fanno di un Paese un Paese del Primo Mondo”. GENIALE :)

  3. Sandro scrive:

    Ho aspettato alcuni giorni, quel tanto per far sbollire la mia rabbia. Partito alle 9 e 30 di mattina,per portare degli amici all’aeroporto che dista da qui 40 Km circa, dopo sei ore avevamo percorso la “bellezza” di 35 Km e attenzione che non eravamo a piedi :). Ho dovuto lasciare gli amici alla metropolitana che per fortuna ad un certo punto passava vicina al nostro tragitto. Un inferno! Se penso che qui l’anno prossimo ci saranno i mondiali di calcio…. ci sono state 3 ore di pioggia, tropicale per carità, e Recife è andata sott’acqua. Milioni di $ spesi in stadi e una struttura urbanistica al collasso.
    La prossima volta che piove non mi muovo :)

Lascia un commento

Panorama Theme by Themocracy