Tag articolo: fiat nuova fabbrica in brasile

La F.I.A.T vicino a casa, a Goiana il nuovo stabilimento

di , 12 agosto 2011 23:56

In un articolo precedente, avevo riportato la notizia, che la Fiat, entro il 2014, avrebbe  inaugurato il secondo stabilimento in Brasile. Precisamente, le intenzioni erano quelle di costruire questa innovativa fabbrica (guarda il video) nel municipio di Cabo di Sant’Agostino, a sud di Recife, conosciuto già per il porto industriale di Suape. Nelle ultime settimane però cominciavano a  girare delle notizie rese ufficiali 3 giorni fa, la Fiat, dopo uno studio più approfondito, si sarebbe installata nel municipio di Goiana, nel litorale nord pernambucano, adesso si che è vicina a casa. Al porto di Suape rimarrà il centro logistico ma la fabbrica per necessità di spazi sarà costruita nel municipio di Goiana, aumentando le dimensioni e il numero dei dipendenti. La superficie, dai 4,4 milioni di  metri quadrati passa agli attuali 14 milioni, ci sarà pure la pista per i test. I dipendenti della fabbrica passeranno da 3500 a 4500 e l’investimento sarà di 4 miliardi di R$, 1 miliardo in più del vecchio progetto.

Varie le motivazioni per questo cambio di rotta. Le istituzioni di Cabo, nonchè i suoi abitanti sono alquanto sul piede di guerra per aver perso una opportunità economica come quella di ospitare una delle maggiori produttrici di auto al mondo. Il governatore dice che è stata una scelta a senso unico della Fiat che cercava più spazi. Il fatto è che la situazione nel litorale sud sta diventando insostenibile ed i politici se ne sono accorti. Il litorale sud, tra turismo e industrie si è sviluppato in modo talmente disordinato da rischiare il collasso. Pensate solo che una delle spiagge più famose del nordest brasiliano, sto parlando di Porto de Galinhas, si trova a soli 11Km in linea d’area dal più importante porto industriale del nordest con tanto di petrolchimico annesso. Per non parlare delle vie d’accesso che in caso di pioggia diventano inaccessibili e infrastrutture totalmente in ritardo rispetto all’industrializzazione della zona. La Fiat avrebbe senza dubbio peggiorato le cose, da qui l’esigenza di trovare delle soluzioni anche per equilibrare lo Stato in termini di Pil, fino ad oggi totalmente sbilanciato verso sud.

Per chi lavora nel campo immobiliario, solo a poche settimane dalla comparsa delle prime notizie, si sta già percependo quali saranno i risvolti di un investimento di così grosse proporzioni. In primis un incremento di nuove abitazioni. Si suppone che saranno un centinaio le aziende che ruoteranno nella sfera Fiat, creando tra i 15 ed i 20 mila nuovi posti di lavoro oltre ai 4.500 che Fiat impiegherà. Una grossa fetta di queste persone arriveranno da fuori Pernambuco, in primo luogo da Minas Gerais, dove a sede l’unica fabbrica brasiliana e da dove arriverà molto del Know-how. L’aspettativa è che, da qui al 2014, anno di inaugurazione della fabbrica, si avrà la creazione di 50.000 posti di lavoro, compreso l’indotto.

La fabbrica produrrà 250.000 auto all’anno, ancora ricoperti da segreto industriale i modelli che verranno prodotti.

S.

Panorama Theme by Themocracy