Tag articolo: sanità pubblica

Ritornando alla sanità

di , 14 dicembre 2012 08:54

Sandro mi ha chiesto di scrivere qualcosa al riguardo, di esporre anche il mio punto di vista. Da dove posso cominciare? Ho paura che l’Italia arrivi a quello che noi stiamo vivendo qui in Brasile, e meno male che non vivo negli Stati Uniti. Qui abbiamo l’assitenza sanitaria pubblica. Discordo da quanto dice Sandro: la sanità pubblica brasiliana non è male. Se ne parla molto male, questo sì, perchè i tempi di attesa sono eterni. Talmente eterni che aspettando potresti anche morire. Hai bisogno di una vista neurologica? Se sei fortunato te la fissano 4 o 5 mesi dopo. E dopo aver passato una notte (sì, notte, avete letto giusto) in coda per prenderti l’appuntamento. Perchè ci devi andare di persona. Quello che voglio dire è che, se non fosse per i tempi di attesa, la qualità è buona. I medici sono bravi e competenti. Conosco persone che hanno subito interventi molto delicati e si sono trovati bene. Oltretutto è risaputo che se sei vittima di un incidente grave o di una ferita da arma da fuoco è al pubblico che devi andare. Là sono pratici, sono abituati, sanno subito cosa fare. Prosegui la lettura 'Ritornando alla sanità'»

La Sanità non si tocca!!

di , 1 dicembre 2012 11:30

Ci stanno arrivando, sforbicia qui, taglia di là, arrivano anche alla sanità. Questi innominabili e abominevoli voltagabbana pur di far piacere alle loro lobby ci porteranno all’inferno. Avete in mente cosa sia il servizio sanitario in mano ai privati? Nel bel mezzo di una crisi finanziaria, con un’ Italia che non potendo svalutare moneta, svaluta i salari, significa che una buona parte della popolazione italiana dalla mattina alla sera si ritroverà senza un’ assistenza sanitaria garantita. Prendetevi il tempo e guardatevi il film qui sotto diretto da Michael Moore, che appunto parla di sanità, di preciso quella degli U.S.A., così comincerete a farvi un’idea. La sanità in mano ai privati è una cosa aberrante.  In Brasile se non hai un’assistenza privata te la vedi male e dire che negli ultimi anni si è fatto molto per implementare quella pubblica. Sono stati costruiti più ambulatori ed ospedali pubblici, ma ancora ad anni luce da quello che noi italiani intendiamo come un buon servizio sanitario pubblico. Dall’altro lato, anche se possiedi un’ assicurazione privata c’è sempre il rischio che nel momento in cui diventi troppo costoso per l’assicurazione, questa ti butti fuori. Tra grossa clinica privata e semplice cittadino, l’ultimo non ha potere di contrattazione, perde sempre. Se il non nostro presidente del consiglio non sa dove prendere i soldi da destinare alla sanità, li può prendere da dove prende quelli per salvare le banche tipo il Monte dei Paschi di Siena. E basta con questi cazzo di slogan “ce lo chiede l’Europa” o peggio “ce lo chiedono i mercati”, cosa vuol dire? Che mi devo sacrificare per l’Europa o peggio per i mercati? Per un’ Europa che dovrebbe essere dei popoli, ma che sopprime i popoli prima con l’austerità e dopo col manganello? E per i mercati che smantellano le piccole e medie imprese per far spazio alle grandi multinazionali? E’ questo che il governo italiano vuole?

Dalle previsioni dell’OCSE sembra proprio di sì!

La questione principale è che la salute non può essere gestita da società con scopi di lucro. Non puoi lucrare sulla salute della gente… Senza sanità pubblica non c’è democrazia.

S.

 

 

 

Panorama Theme by Themocracy